Domanda: Mallattia camelia

Domanda: Mallattia camelia

Quando si parla delle camelie si fa riferimento a delle piante che si caratterizzano per avere un aspetto decisamente delicato, ma che soprattutto si possono coltivare con estrema semplicità.

Una delle principali richieste per garantire alle piante di camelia uno sviluppo sempre corretto è sicuramente quello di coltivarle all’interno di un terreno particolarmente acido: in questo senso, risulta un po’ difficile trovare dei luoghi di coltivazione adeguati all’interno della penisola italiana, soprattutto in virtù del fatto che gran parte dell’acqua degli acquedotti si caratterizza per essere notevolmente concentrata di calcare.

Per quanto riguarda il luogo migliore per la coltivazione delle piante di camelia, dobbiamo certamente sottolineare come il sottobosco rado rappresenti la soluzione ideale, soprattutto in virtù del fatto che è in grado di garantire un buon livello di ombreggiatura, ma al contempo facciano filtrare comunque dei raggi di sole.

Ciò che bisogna assolutamente evitare è la scottatura delle foglie, che si compie solamente nel caso in cui la pianta della camelia venga completamente esposta ai raggi del sole in modo prolungato.

Ad ogni modo, in tutte quelle zone che si caratterizzano per avere un clima tipicamente piuttosto fresco, si può anche pensare di coltivare queste piante in pieno sole, cercando accuratamente di non scegliere dei luoghi che siano eccessivamente ventosi, dal momento che il vento va a provocare una forte diminuzione dell’umidità dell’ambiente circostante.

Domanda: Mallattia camelia

Vivai Le Georgiche WISTERIA FLORIBUNDA VIOLACEA PLENA – BLACK DRAGON (GLICINE)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18€


Storia della camelia

Storia della camelia Il clima migliore per coltivare la Camelia deve essere mite, non troppo ventoso e non troppo soleggiato. La Camelia teme il caldo intenso ed i periodi di siccità, resiste bene al freddo anche se mal sopporta i venti gelidi che la danneggiano fortemente. Per coltivare la Camelia si può partire dal seme o dalla talea, i semi vanno piantati all'inizio dell'autunno, scavando una buca non molto profonda e ricoprendolo con uno strato di terreno non troppo spesso. La Camelia ha bisogno di una pacciamatura del terreno che consiste nel ricoprirlo di materiale organico per mantenerlo umido in prossimità delle radici ed impedire la proliferazione di erbe infestanti. La Camelia va innaffiata frequentemente, ma come detto bisogna evitare i ristagni d'acqua per non permettere la comparsa di muffe pericolose per la sopravvivenza della pianta.

Siepe Artificiale per Balcone o Recinzione in Rotolo 1x3 mt (3mq)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€




COMMENTI SULL' ARTICOLO