Diffusione della quercia

Diffusione della quercia: Querce in Europa

Quercia

La quercia è un maestoso albero considerato tra i più longevi, degno rappresentante di questo genere di piante, che può guardare il regno vegetale dall'alto dei sui 700 anni di vita media, anche se si conoscono esemplari che passano abbondantemente il millennio. Per questo segno di saggezza e di forza fin dall'antichità, la quercia veniva utilizzata come premio nelle vittorie militare o per i personaggi pubblici che si erano particolarmente distinti nel sociale presso i Romani ed i Greci. Molti altri simboli venivano fabbricati in quercia sempre per premiare soldati o civili, e sempre in senso positivo e onorifico. La Quercus, questo il suo nome scientifico, è un genere di alberi parte della famiglia delle Fagaceae, diffuso in tutti i climi sia freschi che caldi dell'Europa e del nord America. In particolare le querce europee sembra sia tutte di origine spagnola, italiana e balcanica, in quanto, durante l'ultima glaciazione, questi alberi si ritirarono in questi territori per difendersi dal gelo, per poi ricolonizzare tutto il continente fino alla Svezia e alla Russia, paese quest'ultimo, che conta vaste estensioni spontanee. Questa ricostruzione storica è stata possibile grazie ad analisi genetiche svolte dal botanico Antoine Kremer.

La quercia è da sempre utilizzata anche per il suo legname, ben adatto a molteplici usi. Decaduto nel novecento quello energetico grazie all'utilizzo dell'energia elettrica e da combustibili fossili, oggi la quercia è ben conosciuta nel mondo dell'enologia, dove viene impiegata nella fabbricazione di botti da invecchiamento e affinamento e in quella dei famosi tappi in sughero, dalla corteccia di una delle sue specie più adatte al clima mediterraneo, e sardo in particolare.

La quercia è anche fonte di ispirazione per poeti, e difesa da leggi speciali nei suoi esemplari più vecchi.

Quercia

Emile Henry EH969706 Terrina per Il Foie Gras con Peso, Quercia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,94€



COMMENTI SULL' ARTICOLO