Speci di quercia in Italia

Speci di quercia in Italia: Quercia varietà

Quercia

La quercia è un albero monumentale dalla maestosa chioma e l'altezza considerevole. Da sempre sinonimo di saggezza e longevità, è tra gli abitanti del pianeta che vanta l'età tra le più considerevoli, raggiungendo facilmente i seicento anni.

Raggiunge facilmente i 30 metri di altezza anche se si contano delle specie arbustive di dimensioni molto più ridotte. La sua lenta crescita e costante è molto nota in botanica, dove gli esemplari possono essere considerati giovani anche oltre i 50 anni.

Sono molte le specie di quercia esistenti, tutta allo stato selvatico. Alcune sono ben adattate al clima mediterraneo, mentre altre si spingono fino a quasi 2000 metri di quota in alta montagna.

Tra le specie più comune in Italia vi è la quercus petreae presente in ogni regione esclusa la Sardegna che però, come noto, ha una fauna del tutto particolare. Ma la più presente è la quercus pebescens, che non ha foglie caduche e non ama particolarmente il freddo. La Basilicata possiede, protetto dalla legge, l'esemplare più anziano, stimato di 614 anni. La Sardegna invece ha una sua quercia prediletta, la quercus suber, la famosa quercia da sughero, parte della corteccia che viene lavorata per ottenere numerosi prodotti come ad esempio i tappi per le bottiglie di vino.

Nelle specie non italiane, sono molto rinomate per il legname le querce francesi, utilizzate nella produzione delle botti di rovere dove vengono invecchiati famosi e longevi vini, che traggono da questo legno, tannini ed aromi particolari. Per questi scopi sono famose anche le querce slovene, portoghesi e caucasiche, che hanno proprietà simili al rovere francese ma sono più economiche sul mercato.

Quercia

"Ulivo" spilla in oro giallo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 3950€



COMMENTI SULL' ARTICOLO



sitemap %>