Origini e storia del melograno

Origini e storia del melograno

Ci sono piante che riescono da sole a riassumere il significato dell’autunno, piante che sono fresche per loro stessa concezione ma al contempo riescono a essere calde. Il melograno ha di per sé qualcosa che esprime libertà e sicurezza, ma nel colore dei suoi semi è impresso tutto il tepore che accompagna la stagione autunnale, detta di transizione perché ha un piede nell’inverno e uno nell’estate.

Per capire fino in fondo quali siano le caratteristiche peculiari del melograno, inteso come albero, basta dare un’occhiata al suo nome scientifico. Si tratta di punica granatum, e chi si chiede da dove venga questo elemento vegetale troverà già un bel po’ di risposte. Si tratta di una pianta che nasce in Iran e in alcune regioni dell’arco himalayano per poi diffondersi in tutto il Caucaso. Beneficia in altre parole di un clima che è caldo durante il giorno e che diventa leggermente meno ospitale nelle ore notturne.

E’ una pianta caratterizzata da frutti estremamente succosi sebbene non dolcissimi, che piacciono ai bambini ma fanno bene a tutti. I più piccoli hanno una particolare simpatia per questa pianta perché i suoi frutti hanno semi tutti da sbucciare e da scoprire: il melograno è contraddistinto da frutti simpatici da gestire e da mangiare, ma al contempo sono molto nutrienti perché ricchi di antiossidanti naturali. Fin dall’antichità questa pianta viene considerata come un elisir di lunga vita e una miscela di eterna giovinezza, si ritiene infatti possa rallentare i processi di invecchiamento delle cellule.

Origini e storia del melograno

Mystic Moments | Pomegranate corriere olio – 10 ml – 100% puro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,95€




COMMENTI SULL' ARTICOLO