Concimazione oleandro

Concimazione oleandro: Oleandro coltivazione

Oleandro

Quando si parla dell’oleandro, dobbiamo mettere in evidenza come si faccia riferimento ad una di quelle essenze che riescono a svilupparsi in tanti tipi di terreno.

C’è la possibilità di ottenere delle fioriture piuttosto abbondanti il consiglio è quello di irrigare con costanza e regolarità nel corso della stagione estiva. Durante l’inverno, invece, è fondamentale cercare di abbassare il livello delle annaffiature, specialmente in tutte quelle regioni che si trovano nella parte settentrionale della penisola italiana.

Interessante anche notare come sia sempre meglio puntare su dei luoghi che siano esposti in pieno sole, in cui le temperature siano piuttosto elevate e ci sia anche una buona luminosità.

Dal punto di vista delle concimazioni, è fondamentale mettere in evidenza come si debba cercare di essere il più regolari possibile, in maniera tale da sostenere una fioritura particolarmente abbondante. Il suggerimento da seguire, in questi casi, è quello che prevede di utilizzare dei concimi granulari che abbiano una cessione piuttosto lunga, anche se in alternativa si può sempre provare ad usare dei fertilizzanti liquidi con una buona presenza di potassio, da somministrare almeno ogni dieci giorni.

Una soluzione ancora migliore prevede la possibilità di diluire il concime liquido e addirittura garantirlo alla pianta insieme alle stesse annaffiature: in questo modo, la pianta di oleandro sicuramente si svilupperà ancora più rigogliosa.

Quando le piante di oleandro vengono coltivate in vaso, invece, il consiglio da seguire è quello di portare a termine l’operazione di rinvaso con una cadenza biennale.

Oleandro

Compo 14645 Mediterraneo concime a lenta cessione - 1,5 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,4€



COMMENTI SULL' ARTICOLO