Coltivazione del faggio

Coltivazione del faggio: Cure per il faggio

Faggio

Il faggio è un albero diffuso in Europa, America ed Estremo Oriente sia in boschi misti che unici, i faggeti.

Viene utilizzato nell'industria mobiliera per la qualità resistente del suo legno, o nei parchi e giardini come pianta ornamentale con altezze che possono raggiungere i 40 metri.

Ama le condizioni climatiche piovose ed umide, in zone sopra i 700 metri di quota, ma si può trovare anche fino ai 400 metri in zone con forti umidità e piogge estive abbondanti. È l'albero della nebbia, fattore climatico che predilige per le forti dosi di umidità che apporta.

In Italia ne esiste una sola specie selvatica, diffusa nelle Alpi e negli Appennini, e a quote più basse sul Gargano. È molto presente anche sui monti siciliani e nei paesi del nord. Mal sopporta le forti escursioni termiche per questo preferisce quote molto elevate e zone molto nebbiose che mantengono l'habitat fresco. Ama i terreni fertili e non acidi, anche se si adatta bene anche a terre medio povere, in cui però ci siano elevate quantità di potassio. L'importanza di un ottimo drenaggio è comunque fondamentale.

I frutti sono particolari e velenosi nella parte del pericarpo, ma possono essere mangiati eliminandolo come sostituto delle caldarroste.

I fiori sono unisessuali e gli organi femminili primaverili si colorano di splendidi fiori bianchi molto apprezzati nei parchi come piante ornamentali. Le foglie ellittiche sono di colore verde oliva chiaro, molto brillante.

La sua coltivazione è complicata nelle zone a bassa quota e nei giardini dalle sue necessità climatiche, quindi bisogna decidere con molta oculatezza se si ha a disposizione un giardino abbastanza grande e si vuole accogliere questa specie.

Faggio

Die Schuhanzieher Set di 2 pezzi – Spazzola per scarpe in legno di faggio con setole naturali – per la pulizia o per la lucidatura z2345 (2 x luminosi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€



COMMENTI SULL' ARTICOLO