Concimazione oleandro

Concimazione oleandro

Non tutto oro è quello che luccica, e non tutto ciò che è bello si può toccare e maneggiare senza correre rischi. E’ il caso dell’oleandro, una pianta bellissima ma che in alcuni luoghi del mondo può addirittura essere considerata velenosa. Al Sud Italia, per esempio, questa pianta viene considerata capace di tenere lontane le insidie come i serpenti e altri animali pericolosi, ma soprattutto, alcuni sono fermamente convinti che l’oleandro porti con sé il cattivo augurio.

Se chiedessimo spiegazioni a un fioraio di Venezia o di Palermo, probabilmente ci dirà di stare alla larga dall’oleandro, una pianta tanto bella da vedere tanto importante da utilizzare solamente in occasione di riti funerari. In passato, molti secoli fa c’erano tantissime leggende che invece dicevano l’esatto contrario. Nella tradizione cristiana, molti sono fermamente convinti che l’oleandro sia una pianta nata nientemeno che dal bastone di Giuseppe.

Era una pianta accostata solamente a cose belle e tutta da scoprire, da amare, ma con il trascorrere del tempo le cose sono cambiate e da pianta bellissima e buonissima è diventata la pianta dei funerali. Credenze popolari a parte, questa pianta è comunque un bellissimo spettacolo per gli occhi e ancora oggi sono tantissime le donne che scelgono di piantarla nel loro giardino: i fiori rosa, bianchi e viola sono un toccasana. Basta piantare l’oleandro al sole e garantirgli la giusta quantità di acqua, il resto lo farà la natura e il suo potere miracoloso. Scegli l’oleandro!

Concimazione oleandro

Primavera fiore di Magnolia 15%, 5 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,19€




COMMENTI SULL' ARTICOLO