Come coltivare la magnolia

Come coltivare la magnolia: Magnolia grandiflora

magnolia

La magnolia è un albero ornamentale molto apprezzato, grazie alla sua bellissima fioritura, abbondante, con l'albero che può superare i 20 metri di altezza con una bella chioma larga anche 10 metri. Esistono anche specie arbustive da giardino di dimensioni più ridotte, in modo da non occupare molto spazio. La tipologia dipende dalla varietà, definita in genere dalla sua patria d'origine, che può essere sia nord americana che dell'Estremo Oriente, con alcune specie tipiche della catena Himalaiana. La specie più utilizzata per scopi ornamentali, la Magnolia grandiflora è quella nordamericana, sempreverde e molto grande.

I fiori sono grandi, generalmente di un bianco candido e rassomiglianti alla rosa ma con quindici petali generalmente più grandi. Molto profumati, hanno fioriture autunnali o estive, e in alcune specie assumono colorazioni gialle. Danno luogo a frutti a forma di pigna, di 10 centimetri circa, che contengono al loro interno i semi.

Le foglie sono generalmente grandi, ellittiche e molto verdi nella parte superiore, mentre diminuiscono di dimensioni e assumono colori tendenti allo scuro e verso il marrone nella parte inferiore.

La moltiplicazione migliore è per semina all'interno di serre, in autunno, con una messa a dimora effettuata 18 mesi dopo. Come tipo di clima predilige quelli temperati, con molto timore per il freddo che può provocare notevoli danni. Da evitare la messa a dimora in presenza di argilla o calcare. Per la messa a dimora bisogna lavorare il terreno in profondità, con torba e molti elementi ricchi di organicità. A causa del freddo e della neve la magnolia può soffrire per la muffa, ma è la famigliola, un parassita fungino molto pericoloso e potenzialmente fatale per quest'albero.

magnolia

Balcone fiori in vaso bianco Magnolia semi facile da coltivare piante da fiore 120 particelle / lot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,99€



COMMENTI SULL' ARTICOLO