La coltivazione del Papiro

La coltivazione del Papiro: Papiro

Papiro-12

Il papiro è una di quelle piante che si possono trovare in natura notevolmente allo stato selvatico, anche se dobbiamo sottolineare come la coltivazione di questa pianta non sia molto semplice.

Tra le varie specie di papiro troviamo quella del Cyperus papyrus, che si caratterizza per provenire direttamente dal continente africano e, in modo particolare, dalla sua parte settentrionale.

Senza ombra di dubbio, stiamo parlando della specie di papiro maggiormente conosciuta, anche se ha un nome che viene spesso assegnato pure ad altre tipologie di cipero.

Tra le principali caratteristiche di questa specie di papiro troviamo certamente il fatto di avere dei fusti particolarmente sottili, che possono raggiungere un'altezza fino a due metri.

C'è la possibilità di incontrare anche un gran numero di varietà nane, che si caratterizzano per non superare mai i 25-35 centimetri di altezza, ma che vengono utilizzate piuttosto frequentemente per la coltivazione in vaso.

Questa particolare tipologia di cipero si presenta come piuttosto resistente nei confronti delle basse temperature, anche se dobbiamo sottolineare come proprio non riesca a sopportare il gelo intenso e prolungato, in particolar modo nel momento in cui l'acqua che si trova nei pressi dei rizomi può gelare del tutto.

Si tratta di un papiro che viene spesso impiegato nelle zone tropicali e subtropica del pianeta, anche se dobbiamo sottolineare come all'interno di alcune zone possa davvero assumere uno sviluppo invasivo, mentre in Italia queste piante possono crescere sopratutto al sud.

Papiro-12

Bulbi da Fiore ALTA QUALITA' per fioritura PRIMAVERILE (2, Calla bianca - Zantedeschia aethiopica)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€



COMMENTI SULL' ARTICOLO