Il fico d'India

Il fico d'India

Il fico d'india è una pianta originaria dell'America, introdotta in Europa in tempi lontani, per l'appunto con la scoperta del nuovo continente. In Europa e, nel particolare in Italia, il fico d'india ha incontrato un habitat favorevole, diventando una specie molto diffusa soprattutto nelle regioni del sud Italia dove cresce spontaneo.

Il frutto del fico d'india è una bacca uniloculare, carnosa e definita in botanica polispermica. Le sue proprietà sono molto conosciute e questo frutto viene spesso impiegato nelle diete ipocaloriche in quanto aiuta a frenare il senso di fame. Merito dell'enorme quantità di mucillagini contenute al suo interno, le quali danno vita ad un gel che apporta un immediato senso di sazietà.

Ma il frutto del fico d'india non è solo questo, anzi, in quanto merita di essere considerato come una vivace fonte di vitamine. Nel particolare, il fico d'india è ricchissimo di vitamina C e di sali minerali quali calcio, magnesio, ferro, potassio e rame.

Anche se può stupire, non sono tanto i frutti del fico d'India a contenere queste sostanze, ma le foglie, le quali diventano la base per preparati erboristici di grande diffusione. Il frutto contiene inoltre un numero incredibile di fibre, le quali sono consigliate alle persone che soffrono di irregolarità intestinale. Il potere lassativo del fico d'india è conosciuto dalla notte dei empi, ma solo recentemente si sono scoperte le sue proprietà riguarda all'abbassamento dell'indice ipoglicemico.

Coltivare e consumare a piacimento il fico d'india è un'occasione di benessere, soprattutto in previsione di una dieta votata al dimagrimento. Sottolineiamo infine il suo sapore così particolare ed esotico, il quale viene sfruttato sia nel consumo del frutto al naturale che nella preparazione di tanti prodotti dedicati all'alimentazione.

Il fico d'India

Tutto per il giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,91€
(Risparmi 2,99€)




COMMENTI SULL' ARTICOLO