Ibridare le orchidee

Ibridare le orchidee

Quando si parla delle orchidee, è fondamentale sottolineare come ci siano tre categorie fondamentali che si differenziano soprattutto in relazione alle esigenze dal punto di vista prettamente climatico.

La prima categoria di queste piante è certamente quella delle orchidee da serra fredda: tra le loro principali caratteristiche non possiamo non evidenziare come riescano a svilupparsi anche a delle quote particolarmente alte. Ad ogni modo, le orchidee da serra fredda sono in grado di crescere soprattutto con delle temperature che vanno da 10 fino a 15 gradi centigradi.

Un’altra categoria è quella che corrisponde alle orchidee da serra temperata, che si caratterizzano per poter essere tranquillamente coltivate all’interno degli appartamenti, senza dover utilizzare tutta una serie di apparecchiature particolari.

Nel corso dell’inverno, questa particolare categoria di orchidee riesce a svilupparsi alla perfezione con delle temperature che si aggirano intorno ai 15 gradi centigradi, mentre nel corso della stagione estiva le temperature più adatte sono quelle che si aggirano intorno ai 20 gradi centigradi.

Per quanto concerne, infine, le orchidee che vengono coltivate all’interno delle serre calde, è fondamentale mettere in evidenza come si tratti di piante che abbiano bisogno di temperature, durante la stagione invernale, che si aggirino intorno ai 18 gradi centigradi.

Nel corso di quella fase che viene chiamata vegetativa, è fondamentale mettere in evidenza come queste piante abbiano bisogno di almeno cinque gradi in più, in modo tale che possano ricevere un adeguato stimolo per raggiungere una completa fioritura.

Ibridare le orchidee

Equilibra Sciroppo d'Agave 100%, 350 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 4,42€
(Risparmi 0,08€)




COMMENTI SULL' ARTICOLO