Segreti per coltivare la fucsia

Fucsia-18

Il fucsia comprende almeno cento specie di arbusti di origine americana che in Italia sono diffusi nelle loro varietà nane, di 40 centimetri massimo d'altezza mentre altre specie raggiungono anche i tre metri allo stato selvatico.

Sono piante ideali per gli appartamenti in quanto soffrono il freddo e quindi non pongono particolari problemi in inverno a causa dei riscaldamenti. Inoltre amano la luce ma non gradiscono l'esposizione solare diretta, riuscendo ad essere rigogliose anche in zone ombrose. Tutte condizioni facilmente riproducibili nell'ambiente casalingo.

Necessitano di annaffiature estive regolari quindicinali con interruzione invernale, a meno che non si voglia lasciare la pianta crescere anche nel suo periodo di riposo. Hanno un apparato radicale di modeste dimensioni e quindi non richiedono grandi vasi scomodi per gli appartamenti. Il terreno deve essere morbido e ben drenato, leggermente sabbioso, concimato con un buon fertilizzante classico da fiore e buoni dosaggi di potassio.

I fusti e i rami sono semilegnosi, ideali per la moltiplicazione tramite talee. I nemici principali sono gli afidi e il marciume se non si evitano i ristagni. Una buona aerazione è gradita alla pianta in quanto teme l'umidità, caratteristica che la rende ancora più adatta agli interni nel periodo invernale.

Il fogliame può essere caduco o perenne a seconda della specie, mentre le infiorescenze hanno forme molto curiose e belle, con quattro petali che formano strutture tubolari o si allungano e si affinano. I colori sono vivaci nelle varie tonalità dal rosso verso il viola o bianchi verso il rosa.

La pianta prende invece il nome probabilmente dal colore dei semi, contenuti in bacche carnose e lunghe o dalle caratteristiche venature del medesimo colore, che a volte coinvolgono anche i fusti.

Fucsia-18

Orchidee. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,1€
(Risparmi 20,9€)


Segreti per coltivare la fucsia: Il genere fucsia

Il genere fucsia Originario del Sudamerica, il genere fucsia non è particolarmente diffuso in Italia e in Europa. Le coltivazioni più diffuse nel vecchio continente sono in genere sempreverdi e, in inverno, sono ritirate in serre temperate. La grande varietà di specie non aiuta a “omologare” né i colori (a quelle classiche rosa o rosse si sono aggiunte le specie di color bianco o blu) né le dimensioni: si passa dai 25-40 cm di quelle più comuni a quelle in natura che possono arrivare a misurare fino a 2-3 metri. Universalmente riconosciuta per la magnificenza dei suoi fiori i cui petali (di solito quattro) sono chiamati nel linguaggio comune “orecchini” per l’aspetto pendulo. Le bacche della fucsia, piccole e con all’interno dei semi fertili, sono commestibili.

144 FIORELLINI CALLE BOMBONIERE COMUNIONE MATRIMONIO VARI COLORI (BIANCO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€



COMMENTI SULL' ARTICOLO