Agave come dolcificante

Agave come dolcificante

Originaria delle zone subtropicali e tropicali, oggi parliamo dell’agave. Una pianta che cresce soprattutto spontaneamente e molto frequentemente in America, nelle Indie, in Messico. Un’enorme diffusione nelle zone più calde del mondo ne ha portato poi la diffusione anche nelle zone con temperature più fredde però non sempre in modo naturale. Prendiamo ad esempio la nostra stessa nazione: mentre a sud riescono tranquillamente a crescere e riprodursi, nelle zone del nord, più fredde, esse possono essere tenute solo dentro le serre o comunque in delle verande protette.

Dalla pianta di agave si ricavano tantissime cose, ma soprattutto noi le conosciamo per i tappeti, le ceste, i cappelli, le corde e moltissimi altri prodotti artigianali che non potremmo mai avere senza di essa.

Inoltre, dalla stessa pianta di agave si ricavano Tequila, Mezcal e Pulque … tre liquori che tra noi non c’è nessuno che non conosca e che probabilmente tutti abbiamo assaggiato. La vita di questa pianta è davvero particolare. Riesce a resistere quasi a tutto. Al di sopra dei cinque gradi riesce tranquillamente non solo a sopravvivere, ma soprattutto a viere bene. Inoltre grazie alla continua impollinazione si riproduce abbastanza facilmente e abbastanza di frequente. Eppure? Eppure non riesce a resistere alla fioritura.

L’agave produce un unico fiore nella sua vita, dopo circa 30 anni dalla sua nascita, quando è più sfortunato dopo 20 anni. E poi muore. Dopo aver fiorito quell’unica volta sa già che il suo destino è la morte.

Mai pianta più originale al mondo, ma nemmeno mai pianta più bella. Un tesoro tutto da scoprire.

Agave come dolcificante

Sciroppo d’Agave Biologico [LIGHT FORMULA] Basso indice glicemico e facile da assimilare | 100% Naturale, Vegan, Equo e Solidale Certificato Fair Trade | MAYA GOLD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,47€
(Risparmi 5,13€)




COMMENTI SULL' ARTICOLO