Perchè concimare le piante

Perchè concimare le piante: Concimare una pianta

Concimare una pianta

Le piante hanno periodicamente bisogno del concime. E’ perciò importante, per ogni cultore del giardinaggio, conoscere a fondo l’operazione di concimazione.

Quando si si dice concimare una pianta si fa riferimento al rinnovare le sostanze nutritive del terriccio: infatti, la mancanza di queste osta al suo sviluppo. Il concime quindi oltre a nutrire le piante, facilita la loro crescita e la produzione di fiori.

Concimare le piante è un'operazione fondamentale essenzialmente per due motivi:

1 - perché succhiano le sostanze nutritive dal terriccio e perciò queste terminano man mano che il tempo trascorre;

2 – perché durante l'operazione di annaffiatura, l'acqua che scola dai buchetti di drenaggio si porta dietro anche parte delle sostanze che servono alla pianta.

I concimi non sono tutti equiparabili: ogni pianta ha bisogno di un particolare concime.

Di seguito, qualche semplice dritta per accertarsi di concimare in modo appropriato:

- Le concimazioni andrebbero effettuate frequentemente, utilizzando concime in dosi poco consistenti.

- Le piantine da poco trapiantate andrebbero concimate solo dopo almeno sei o sette settimane.

- Il terreno dev'essere annaffiato prima della concimazione.

- Bisogna evitare di concimare piante malate.

Concimare una pianta

2 m artificiale foglia vite Scindapsus aureus pianta ghirlanda per rettili terrario Amesii

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1,89€



COMMENTI SULL' ARTICOLO