Rosmarino prostrato: caratteristiche generali

Rosmarino prostrato: caratteristiche generali

Il rosmarino è uno dei più buoni accompagnatori che ci siano. Questo infatti si sposa bene con il vino bianco e con l’aglio e arricchisce in maniera sensazionale un piatto di carne, fatto da carni delicate o anche da brodi che vogliono accompagnare questi. Le salse infatti si avvalgono sempre degli elementi più profumati presenti in tavole e il rosmarino fa parte di questi. La crescita del rosmarino è praticare, in quanto il suo fusto si articola, non segue un andamento lineare e così anche i rametti che si sviluppano non lo seguono, anche se questi tendono a crescere dagli stessi punti e a divincolarsi poi verso direzioni diverse. Insomma una pianta dal sapore particolare ma bello, così come è il sapore di questa erbe che viene riconosciuto anche a distanza. Le foglie del rosmarino sono molto piccole, sottili sembrano degli aculei, possono pungere, presentano però un solco lungo la loro metà, che è un asse di simmetria perfetto della foglia ce si incrina proprio in prossimità di questo. La foglie è consistente e spessa, perché essendo questa pianta abituata a vivere in luoghi in cui il sole è sempre forte e quindi deve in qualche modo adattarsi a questi ambienti. Altro adattamento è il fusto della pianta che non è perfettamente liscio, né tantomeno è splendente, bensì è rugoso, di colore diverso rispetto alle foglie, che mostra screpolature varie e un aspetto che sembrerebbe quello di una pianta morente, invece no, questo è il proprio lo stile di via del rosmarino.
Rosmarino prostrato: caratteristiche generali

Battle - Semi Ortaggi Radicchio Rossa di Treviso (3200 Semi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,82€




COMMENTI SULL' ARTICOLO