Malattie del pomodoro

Malattie del pomodoro

Nel momento in cui si parla del pomodoro, si fa riferimento a delle piante tipicamente annuali che provengono direttamente dall’America meridionale.

Una delle principali caratteristiche delle piante di pomodoro è sicuramente quella di essere davvero molto semplice da coltivare: inoltre, non dobbiamo dimenticare che sia in grado di produrre i frutti nel giro di un mese e mezzo a partire dal giorno in cui le piante di pomodoro sono state messe a dimora.

Successivamente, la raccolta dei frutti di pomodoro dovrebbe avvenire entro due mesi circa.

Inoltre, le piante di pomodoro devono essere poste a dimora nel momento in cui hanno raggiunto un’altezza pari a circa 25-30 centimetri, che precedentemente sono state coltivate in semenzaio.

L’operazione della messa a dimora delle piantine di pomodoro deve verificarsi nel momento in cui il clima presenta già delle temperature piuttosto alte, ovvero nella parte finale della stagione primaverile.

Inoltre, tutti coloro che volessero coltivare nel migliore dei modi le piante di pomodoro, dovrebbero cercare di farlo con una tecnica a file, cercando di distanziare sia le piante che le file rispettando almeno 35-45 centimetri.

Il substrato deve essere stato lavorato notevolmente in precedenza, cercando di mischiare del terriccio universale ed un’ottima dose di stallatico. In alternativa, c’è anche la possibilità di puntare su del concime granulare a lenta cessione, in modo tale da garantire un ottimo apporto di Sali minerali direttamente al terreno, che possa durare per l’intera fase di crescita delle piante di pomodoro, così come durante la fruttificazione.

Malattie del pomodoro

1493. Pomodori, tabacco e batteri. Come Colombo ha creato il mondo in cui viviamo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€
(Risparmi 3€)




COMMENTI SULL' ARTICOLO



sitemap %>