Come coltivare il rosmarino

Come coltivare il rosmarino

La coltivazione delle piante di rosmarino non prevede particolari difficoltà, dal momento che si tratta di una delle specie aromatiche che si possono trovare con maggiore semplicità.

Dal punto di vista del substrato non dobbiamo dimenticare come le piante di rosmarino non abbiano bisogno di svilupparsi all’interno di terreni eccessivamente ricchi, senza dimenticare come cresce ottimamente all’interno di substrati calcarei e poveri.

L’operazione della messa a dimora delle piante di rosmarino si verifica sempre nel corso del periodo compreso tra marzo ed aprile.

Inoltre, non dobbiamo dimenticare come queste specie riescono a crescere senza problemi anche all’interno di terreni che sia sciolti ed altrettanto drenati alla perfezione, in maniera tale da non dover incorrere nel pericolo rappresentato dalla formazione e dalla diffusione dei ristagni di acqua, che possono portare piuttosto facilmente alla diffusione di malattie e parassiti.

Uno dei principali aspetti che è necessario tenere in considerazione per la coltivazione delle piante di rosmarino è certamente quello relativo alla scelta del terreno: è importante evitare quei substrati che siano troppo compatti, come ad esempio quelli eccessivamente argillosi.

Quando il terreno che si ha a disposizione si caratterizza proprio per essere eccessivamente compatto, c’è la possibilità comunque di procedere con la coltivazione delle piante di rosmarino: infatti, il suggerimento migliore da seguire non può che essere quello di integrare il substrato con della sabbia fine ed altrettanto grossolana.

Come coltivare il rosmarino

24 Pads Occhi al Cetriolo Purederm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€




COMMENTI SULL' ARTICOLO