Coltivazione della melanzana

Coltivazione della melanzana

La melanzana si caratterizza per essere una pianta che presenta il nome scientifico di Solanum Melongena: stiamo facendo riferimento ad una bacca decisamente carnosa, che denota una polpa dalla colorazione tipicamente biancastra e spugnosa, che piuttosto frequentemente presenta pure un sapore decisamente amarognolo e leggermente piccante.

All’interno della polpa c’è la possibilità di trovare un buon numero di semi schiacciati che presentano una tipica colorazione bianca, anche se in alcuni casi varia fino all’ambrato ed al giallo.

La pianta della melanzana si caratterizza per far parte della grande famiglia delle Solanaacee, a cui appartengono anche tante altre piante particolarmente diffuse negli orti, come i pomodori e le pattate.

La melanzana si può considerare come un ortaggio che proviene tipicamente dalla zona del mediterraneo, visto che per potersi sviluppare alla perfezione ha la necessità di un clima tendenzialmente mite. La stagione migliore per la produzione dei frutti è sicuramente quella estiva: nello specifico le melanzane si possono trovare fresche nel corso del periodo che va dal mese di giugno fino a quello di settembre.

Questo ortaggio non è cosi facile da coltivare come si può pensare, dal momento che necessita, per uno sviluppo corretto, di avere a disposizione un terreno che sia notevolmente ricco di concime, ma che contemporaneamente deve essere drenato alla perfezione. L’obiettivo, infatti, è quello di evitare che si possano formare dei pericolosi ristagni dal punto di vista idrico.

Coltivazione della melanzana

Azienda Agricola Prunotto Mariangela Sugo Alle Melanzane - 9 Confezioni da 215 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,98€




COMMENTI SULL' ARTICOLO