Coltivazione del prezzemolo

Coltivazione del prezzemolo

Il prezzemolo si caratterizza per avere un nome scientifico di Petroselinum hortense o, in base alle ultime classificazioni Petroselinum sativum, che fa parte della grande famiglia delle Ombrellifere e si presenta estremamente diffusa in un gran numero di orto.

Il prezzemolo Ŕ una pianta biennale nel caso in cui venga coltivata, mentre si caratterizza per essere perenne nel momento in cui cresce allo stato spontaneo.

Tra le principali caratteristiche della pianta del prezzemolo troviamo, senza ombra di dubbio, il fatto di avere dei fusti decisamente eretti, che sono anche in grado di raggiungere i settanta centimetri di altezza, con la radice che si caratterizza per essere fittonante e molto carnosa.

Interessante anche mettere in evidenza come le foglie della pianta di prezzemolo abbiano dei piccioli davvero molto lunghi, piuttosto dentati e con una suddivisione in tre segmenti.

Inoltre, i fiori del prezzemolo si caratterizzano per svilupparsi nel corso del secondo anno in cui vengono coltivati, riunendosi all'interno di ombrelle.

Il prezzemolo Ŕ una pianta che Ŕ stata frequentemente impiegata anche in ambito medicinale, proprio in virt¨ del fatto che presenta numerose proprietÓ benefiche.

Principalmente, tali proprietÓ medicinali derivano essenzialmente dalla presenza di un'essenza formata dall'apiolo, ma anche apioside e miristicina.

Le foglie fresche della pianta del prezzemolo si caratterizzano per contenere degli alcaloidi volatili, ferro, calcio e fosforo, ma anche la vitamina A, C e K.

Coltivazione del prezzemolo

Cibo. Primissime parole illustrate. Ediz. illustrata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,41€
(Risparmi 1,49€)




COMMENTI SULL' ARTICOLO