Coltivazione del basilico

Coltivazione del basilico

Quando si parla di erbe aromatiche, una di quelle maggiormente diffuse sulle tavole italiane è, senza ombra di dubbio, il basilico.

Il basilico è una pianta che viene utilizzata spesso per la preparazione di un gran numero di piatti, ma si sfrutta soprattutto per creare dei sughi, piuttosto che delle insalate o delle salse.

E’ interessante mettere in evidenza come si possa impiegare anche in combinazione con svariate altre erbe aromatiche: al tempo stesso, il basilico rappresenta una di quelle erbe aromatiche che si devono impiegare solo ed esclusivamente fresche, ovvero poco dopo averle colte.

Il basilico è una di quelle piante che si possono sia coltivare, seminandole nel periodo che parte dal mese di aprile e arriva praticamente fino a termine di agosto, oppure si può decidere anche di acquistare delle piantine già vigorose, visto che il risultato è praticamente lo stesso.

Per tutti i pollici verdi, però, è fondamentale mettere in evidenza come le piante di basilico siano piante annuali e, di conseguenza, ci sia la necessità di affrontare una nuova semina con una cadenza circa trimestrale.

Non dobbiamo dimenticare come sia fondamentale anche il luogo in cui deve essere collocata la pianta di basilico: infatti, in balcone è importante scegliere un angolo che non sia eccessivamente esposto ai raggi del sole, ma è altrettanto utile cercare di annaffiarlo con una buona frequenza, visto che il terreno deve obbligatoriamente rimanere sempre molto fresco, anche in virtù del fatto che il basilico teme la siccità.

Coltivazione del basilico

Clarins Ombre Minérale cura 12 g di melanzane 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,14€




COMMENTI SULL' ARTICOLO