Coltivare il pomodoro

Coltivare il pomodoro

Il pomodoro si può considerare come una pianta annuale che proviene tipicamente dalla parte meridionale del continente americano.

Tra le principali caratteristiche legate alla pianta del pomodoro, dobbiamo sicuramente sottolineare come sia molto semplice da coltivare, ma soprattutto come produca i frutti nel giro di 40 o 50 giorni dal momento in cui le varie piante siano state messe a dimora.

Inoltre, la raccolta dei frutti della pianta del pomodoro è un’operazione che si svolge nell’ardo di due interi mesi.

La messa a dimora delle piante di pomodoro deve avvenire rispettando delle condizioni ben precise, dal momento che tale operazione si deve svolgere solamente nel caso in cui le piantine coltivate in semenzaio abbiano raggiunto delle dimensioni pari a circa 25-30 centimetri.

Quest’ultima operazione si deve obbligatoriamente svolgere solamente nel momento in cui le temperature sono abbastanza elevate: in poche parole, è necessario attendere la primavera inoltrata.

Per fare in modo che le piante di pomodoro si possano sviluppare in modo corretto, è fondamentale sottolineare come la coltivazione debba avvenire in file, cercando di rispettare una distanza tra le varie piante di almeno 35-45 centimetri.

Il terreno in cui vengono coltivate le piante di pomodoro devono obbligatoriamente essere lavorato in precedenza, magari cercando di mescolare del terriccio universale, ma anche inserendo un buon quantitativo di stallatico, anche se un’ottima alternativa è rappresentata dal concime granulare a lenta cessione.

Coltivare il pomodoro

Alici intere al Prezzemolo in Olio di Oliva 200gr

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€




COMMENTI SULL' ARTICOLO