Come conservare le erbe per tisane

Come conservare le erbe per tisane

Quando si parla di tisane, si fa riferimento a tutti quei composti di carattere acquoso ed estemporaneo che sono caratterizzate soprattutto dal fatto di essere estremamente diluiti, aromatizzati ed edulcorati.

Non dobbiamo dimenticare che le tisane vengono ricavate da una o da un insieme di droghe vegetali e sono destinate ad essere somministrate, in particolar modo, per via orale, ovviamente soddisfacendo dei ben precisi fini terapeutici.

Inoltre, è importante sottolineare come le tisane sono dei composti che riescono a sfruttare molto agevolmente l’effetto solvente dell’acqua calda o fredda, in maniera tale da poter riuscire a portare a compimento l’estrazione di sostanze medicamentose da tutta una serie di fonti vegetali che hanno un rilevante interesse salutistico.

Ad ogni modo, le principali tecniche di estrazione delle tisane sono tre e corrispondono rispettivamente all’infusione, alla macerazione e alla decozione: la scelta del sistema estrattivo dipende anche dalle caratteristiche delle fonti vegetali che vengono utilizzate per la preparazione della tisana.

Teiera tisaniera con infusore per frutta “Monsuri” con doppia parete in vetro, coperchio in legno di bambù, custodia in neoprene e filtro rimuovibile 2 in 1 in acciaio inox. Bicchiere compatto e portabile da 450 ml. Adatto per preparare tisane alle erbe e infusi di frutta, oli essenziali e foglie di tè. Funziona anche come thermos per conservare il caffè o il tè freddo. Ottimo supporto per dieta detox

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,95€




COMMENTI SULL' ARTICOLO