Albero della canfora: origini e storia

Albero della canfora: origini e storia

Quando si parla di Canfora si fa riferimento, più che ad una precisa specie vegetale, ad una soluzione oleosa ricavata da un albero appartenente alla famiglia delle Lauracee, il Cinnamonum Camphora, invecchiato almeno di 50 anni. Viene utilizzata principalmente come antisettico e antipruriginoso topico, ma vanta utilizzi molto vari, in campi altrettanto diversi.

L’olio di canfora ha un profumo piuttosto forte che ricorda molto quello dell’eucalipto; viene utilizzato dagli sportivi durante le prestazioni nei mesi invernali: spalmato sui muscoli, li rilassa e li protegge da contratture e traumi di vario tipo.

In ambito fisioterapico, viene usato come coadiuvante per i massaggi di riabilitazione muscolare e per la cura di crampi, contratture ed infortuni vari. L’utilizzo strettamente cutaneo di quest’olio va sicuramente per la maggiore, a causa delle sue proprietà benefiche, tonificanti, dermopurificanti e schiarenti.

L'olio canforato è acquistabile in farmacia o in erboristeria, e unito alla salvia moltiplica i propri poteri benefici. E' adatto alla cura di patologie da raffreddamento, come febbre e raffreddore, ma anche contro i piedi freddi.

Albero della canfora: origini e storia

Chiodi di Garofano in polvere di Madagascar 100g. Primissima qualità. Bustina richiudibile.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,95€




COMMENTI SULL' ARTICOLO