Risposta : pesco nano

Risposta : pesco nano

La coltivazione del pesco è particolarmente complicata, dal momento che sono numerosi gli aspetti a cui è necessario prestare la massima attenzione: prima di tutto, è bene mettere in evidenza come queste piante crescano nel migliore dei modi in tutte quelle zone con un clima tipicamente temperato.

Il pesco, per il suo sviluppo perfetto, ama crescere all’interno di aree particolarmente luminose e, al tempo stesso, anche molto battute dai raggi del sole, in cui il terreno sia perfettamente drenato, in modo tale da evitare il più possibile il rischio connesso alla formazione di ristagni idrici.

La pianta del pesco si caratterizza per essere interamente rustica, in virtù del fatto che durante l’inverno va in riposo vegetativo ed ecco spiegato il motivo per cui riesce a opporre una buona resistenza anche nei confronti di temperature davvero molto basse.

Durante gli ultimi giorni dell’inverno, il suggerimento migliore da seguire è quello di portare a termine la concimazione del terreno nei pressi della pianta del pesco: per questa ragione, è meglio impiegare del concime a lenta cessione, anche se si può puntare pure sullo stallatico, a patto che sia ben maturo.

Altre concimazioni si possono pure portare a termine nel corso della fase di maturazione dei frutti, in modo tale da rendere migliore sia il gusto che le dimensioni.

Decisamente importante per la pianta del pesco è la disponibilità dell’acqua, visto che si tratta di specie che non riescono proprio a sopportare i periodi più o meno prolungati di siccità.

MYLEDI Moderna Fiori di Pesco Semplice Tovaglia Quadrata Resiste All'umidità Lavabile Anti-Macchia Facile da Pulire per Tavolo Rettangolare Decorazione,28x59

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,73€




COMMENTI SULL' ARTICOLO