Prevenzione e lotta alla bolla del pesco

Prevenzione e lotta alla bolla del pesco

Tra le più importanti caratteristiche delle piante di pesco dobbiamo certamente sottolineare quella di crescere alla perfezione all’interno dei luoghi che presentano un clima temperato.

Non dobbiamo dimenticare come, per poter garantire a queste piante uno sviluppo ottimale, è fondamentale sottolineare come sia meglio puntare su dei terreni piuttosto soleggiati ed altrettanto ben luminosi.

Il substrato dovrebbe essere sempre ben drenato, anche in virtù del fatto che si tratta di una pianta davvero molto rustica: infatti, durante la stagione invernale praticamente finisce in riposo vegetativo e in questo modo c’è la possibilità che riesca a resistere anche a delle temperature particolarmente rigide.

Non dobbiamo dimenticare come al termine della stagione invernale, il suggerimento migliore da seguire sia quella di concimare tutto il terreno di coltivazione: per svolgere questa operazione si può impiegare del concime a lenta cessione oppure si può puntare su dello stallatico che sia giunto a maturazione.

In questo modo si possono raggiungere principalmente due obiettivi, che sono quelli di migliorare le dimensioni, ma anche il gusto dei vari frutti.

Un altro aspetto particolarmente importante per la coltivazione delle piante di pesco è certamente quello che si riferisce all’apporto idrico: infatti, si tratta di specie che non riescono proprio a resistere anche a dei periodi di siccità piuttosto brevi.

Ecco spiegata la ragione per cui è necessario prestare sempre la massima attenzione nel garantire delle annaffiature costanti alle piante di pesco, soprattutto durante l’estate.

Prevenzione e lotta alla bolla del pesco

PIANTA DI CASTAGNO INNESTATO CASTAGNO IN VASO 18CM AMDGarden

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€




COMMENTI SULL' ARTICOLO