Il mandorlo

Il mandorlo

Nel momento in cui si ha l’intenzione di coltivare delle piante come il mandorlo è fondamentale mettere in evidenza come si tratti di alberi che hanno la particolare capacità di resistere alle basse temperature ed al freddo della stagione invernale.

Non dobbiamo dimenticare come questi alberi vengano proprio apprezzati soprattutto in virtù del fatto che riescono a sopportare senza problemi delle temperature davvero molto gelide, che possono scendere anche di venti o di venticinque gradi sotto il livello dello zero termico.

Tra le principali caratteristiche degli alberi di mandorlo troviamo senz’altro il fatto di amare lo sviluppo anche di terreni decisamente leggeri e che non siano eccessivamente umidi. Dal punto di vista climatico, si tratta di piante che non hanno necessità particolari, anche in relazione al fatto che riescono a crescere senza problemi sia in zone con un clima freddo che in zone con un clima caldo.

Per tutte quelle piante di mandorlo che vengono coltivate all’interno di giardini piuttosto che di parchi, bisogna sottolineare come il portainnesti che viene maggiormente impiegato corrisponde al mirabolano. Quest’ultimo si caratterizza per essere un portainnesti che è sempre in grado di garantire un ottimo livello di resistenza, ma al tempo stesso anche una notevole vigoria e longevità.

Per tutte quelle piante di mandorlo che, invece, vengono coltivate con uno scopo unicamente produttivo, allora è necessario evidenziare come il portainnesto migliore varia in relazione alla tipologia del terreno ed alle condizioni climatiche.

Il mandorlo. Coltivazione e innovazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,05€
(Risparmi 1,95€)




COMMENTI SULL' ARTICOLO