Di che colore?

Di che colore?

Tra le principali caratteristiche delle piante di arancio troviamo sicuramente il fatto di avere delle foglie sempreverdi, davvero molto lucenti: all’interno del fogliame, infatti, si può trovare un’essenza agrumata che deriva essenzialmente dalla presenza di oli all’interno della lamina fogliare.

Non dobbiamo dimenticare come le piante di arancio presentano tendenzialmente una chioma con una forma tipicamente arrotondata e, nel caso in cui venga lasciato crescere senza freni, allora c’è anche la possibilità che raggiunta delle altezze notevoli, visto che ha la capacità di spingersi fino ad una soglia massima pari ad otto metri.

I rami delle piante di arancio potrebbero anche essere dotati di spine, mentre i fiori si caratterizzano per comparire nel corso del periodo compreso tra i mesi di marzo e di aprile e presentano una colorazione tipicamente bianca oppure rosata.

Da un profilo tipicamente botanico, i frutti delle piante di arancio possono essere definiti delle bacche, in cui la polpa è compressa all’interno di una buccia che può avere uno spessore più o meno elevato in relazione alle varietà che vengono prese in considerazione.

Si tratta di agrumi che non hanno certamente una grande resistenza alle basse temperature della stagione invernale, dal momento che quando la colonnina di mercurio scende molto sotto lo zero termico.

La pianta di arancio ricavata da seme si può considerare matura quando raggiunge gli otto anni di età, in quanto a partire da questo momento comincerà nella sua spettacolare fioritura.

Di che colore?

Menz & Gasser - Confettura alla fragola monodose da 25g, confezione da 100 per Hotel e B&B [2500g]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,73€




COMMENTI SULL' ARTICOLO